is toegevoegd aan uw favorieten.

Dante Alighieri, 1321-1921

Onderstaande tekst is niet 100% betrouwbaar

FRANCESCA DA RIMINI COME MATERIA DRAMMATICA

Lo studio dei numerosi drammi su Francesca da Rimini non ci appaga. Da tutti i lavori critici finora condotti sull'argomento è sempre emersaladifflcoltè,pernondkelaimpossibilitè, di poter creare dalla Francesca da Rimini un'opera drammatica rispondente a tutte le esigenze del genere. E quantunque non possiamo negare che vi siano da godere delle vere bellezze di dettaglio, pure non è chi non veda come le opere di Stephen Phillips, di Crawford, di Gabriele d'Annunzio1) e del Cesareo non possano reggere al confronto della sublime semplicita e della commovente mestizia dei versi danteschi.

Molte altre sarebbero le opere da citarsi, ma essendo esse tutte inferiori di pregio alle sovra menzionate, ne tralasceremo la enumerazione, come stimiamo opportuno, per amor di brevita, di tralasciar la trattazione dei migliori passi delle meglio riuscite. Che questi bei passi esistano lo prova, tra altro, ü successo che parecchie di esse rappresentazioni riportarono sulla scena. 11 piü puro e meritato successo, secondo me, è quello ottenuto dalla tragedia del Phillips, la quale, pur non potendosi classificare tra i capolavori, è quella, cui gli effetti scenia e le inutüi digressionistoriche, come vedonsiin Cesareo epiüancora in G. d'Annunzio, meno tolgono della sua bellezza, e la quale non deve il suo principale successo a quell'anacronistico „hors d'oeuvre", grazie al quale Silvio Pellico seppe lusingare ü sentimento patriottico dei contemporaneifacendo dire a Paolo: Per te, per te che cittadini hai prodi Italia mia, combatteró, se oltraggio Ti movetè la invidia, ecc. Una domanda d'indole generale e di piü profondo interesse ci s'impone: Contiene il quinto canto dell'Inferno sufficienti

») Or. fra altro: Giuseppe Presutti. Francesca da Rimini nella storia e nella tragedia di Gabriele d'Annunzio, Torino, Streglio, 1903.